A tavola con …la curcuma!

curcuma 1 La curcuma o zafferano delle Indie è una spezia ottenuta dalle radici della pianta  Curcuma longa,molto usata sia nella medicina ayurvedica che in quella tradizionale cinese per le sue molteplici proprietà curative,tra cui:

– epatoprotettrice

– antiossidante

– antinfiammatoria

– analgesica

– depurativa

– immunostimolante

– antitumorale

La curcuma è l’ingrediente principale del curry, al quale conferisce il suo colore caratteristico.  Utilizzata anticamente come colorante naturale, fate attenzione durante l’uso poichè  può macchiare pelle e tessuti. E’ attualmente molto usata come colorante alimentare (inci E100) e come tinta naturale per stoffe e capelli.

Si raccomanda di non usarla in presenza di calcoli biliari, di occlusione delle vie biliari e di fare attenzione se si è in presenza di  problematiche legate alla coagulazione del sangue.  

Per  un migliore assorbimento della curcumina (il principio attivo della spezia) è buona abitudine usarla insieme al  pepe nero e in abbinamento a qualche grasso come l’olio d’oliva.

E’ possibile usare la curcuma durante la cottura e nei piatti caldi perchè la curcumina non è termolabile a temperature inferiori a 170°C. E’ comunque
consigliato di evitare cotture prolungate e ad alte temperature per non 
perdere i nutrienti degli alimenti, specialmente di verdure e ortaggi.

Uso della curcuma in cucina

La curcuma si  trova in commercio sia come spezia essiccata in polvere che nei reparti ortofrutta fresca.

L’uso migliore è sempre quello della versione fresca, che permette di avere a disposizione tutte le qualità della pianta, ma anche la versione in polvere  mantiene gran parte delle sue proprietà.

Il suo sapore amarognolo e leggermente pungente si sposa bene con i piatti salati, come zuppe, pasta, insalate di cereali, secondi piatti, legumi, hummus, verdure e salse, ma può essere usata anche nelle preparazioni dolciarie come ad esempio la crema pasticcera vegana.

Dato  il suo sapore particolare, è consigliato  iniziare con un uso graduale della spezia, aggiungerla nelle preparazioni in quantità minime e aumentare progressivamente.

Per farne risaltare il sapore è consigliabile aggiungerla a fine cottura.

Vediamo 2 ricette semplici e buonissime da preparare con la curcuma.

Riso integrale con ceci e curcumabasmati_ceci

 Ingredienti (per 2 persone):

1 tazza di riso basmati  integrale

1 tazza e mezza di ceci   lessati

2 tazze di acqua + q.b. per la cottura del riso

2 cm di curcuma fresca o 1 cucchiaino  di curcuma (preferire quella biologica in entrambi i casi)

1 cipolla

2 cucchiai di olio evo

sale q.b. (preferire il sale marino integrale o quello  rosa dell’Himalaya)

1 rametto di rosmarino

1 macinata di pepe

 

Procedimento:

Portare ad ebollizione l’acqua e metà della curcuma, quindi aggiungere il sale e il riso. Mescolare spesso e cuocere il riso fino al completo assorbimento dell’acqua  (aggiungere all’occorrenza acqua q.b).

Contemporaneamente  far imbiondire la cipolla tagliata finemente, l’altra metà della curcuma  con 1 cucchiaio di acqua in una padella. Aggiungere i ceci lessati e salati precedentemente e un rametto di rosmarino. Cuocere 5-8  minuti mescolando di tanto in tanto.

A cottura ultimata del riso versarlo nella padella dei ceci e saltarlo 1 minuto amalgamando bene gli ingredienti.

A fine cottura servire aggiungendo una macinata di pepe e un filo di olio evo a crudo.

 

Ricordiamo la  Ricetta dello sformato di miglio con cavolfiore e curcuma che potete sostituire d’estate con le zucchine.

Ingredienti:
1 confezione di miglio decorticato Bio
500 gr cavolfiore o broccolo o cavoletti di Bruxelles
1 radice di curcuma fresca o in polvere
Sale q.b., olio bio

Procedimento:

Cuocere in una pentola alta una confezione di miglio nel rapporto 1 tazza miglio/3 tazze di acqua. Sale q.b.
Sciacquare  il cavolfiore e tagliuzzarlo rispettando la sua forma, ad alberelli! Pulire 1 curcuma fresca con un semplice pelapatate.
Dopo circa 5 minuti di cottura il miglio va in ebollizione, cresce e l’acqua inizia ad asciugarsi. Dopo circa 15 minuti dall’inizio cottura, aggiungere il cavolfiore pulito e tagliato e la curcuma grattata.
Girare il tutto ripetutamente, dopo circa 5 minuti il cavolfiore e il miglio sono morbidi, il giallo della curcuma è evidente, l’acqua è completamente assorbita, spegnere il fuoco e aggiungere olio.
FACOLTATIVO: versare in una teglia da forno, guarnire con semi di girasole e infornare a circa 180°-200° per circa 20 minuti.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...